Un po’ di me

Perchè questo blog?

Mah, non c’è un motivo preciso. All’inizio è stata un’idea messa lì così da una persona a me cara.

Mi piace la natura e fare fotografie e questo blog, un po’ alla volta, sta diventando un luogo dove raccontare, a parole o con le immagini, quello che vedo attorno a me e quello che sento.

Nel tempo mi ha permesso di conoscere persone affini, che altrimenti non credo avrei mai incontrato e mi ha permesso di imparare cose nuove da chi come te è passato da qui.

Grazie per la visita.

 

Salva

21 thoughts on “Un po’ di me

  1. ombreflessuose ha detto:

    La natura è sempre una musa ispiratrice
    A presto
    Ombreflessuose

  2. Drimer ha detto:

    Continua così 😉

  3. gialloesse ha detto:

    Mi piace la tua voglia di fare immagini ; mi piace la serenità delle tue immagini ; mi piace la pulizia delle tue immagini. Ho deciso : sei mia amica.

  4. wadoodphoto ha detto:

    your love for nature is inspiring, i am a fan of your work

  5. Caterina ha detto:

    Grazie di essere passata sul mio blog. Leggerò i tuoi articoli con piacere.

  6. phlomis68 ha detto:

    Mi piace molto il tuo motto, la frase di Galileo, molto bella!
    Un saluto 🙂

  7. raffaeledepascalis ha detto:

    l’idea di avere un blog mi è sempre piaciuta proprio per il fatto che è come intraprendere una nuova strada dove è possibile incontrare nuove persone e condividerne per un tratto passioni e pensieri.
    grazie per essere passata dal mio blog e spero ci ritroveremo ancora su queste strade condividendo emozioni 🙂

    • Nuzk ha detto:

      Ciao Raffaele, benvenuto. E’ stato un piacere passare da te e i disegni del tuo diario mi hanno raccontato emozioni. Anch’io vedo la rete come un non luogo dove poter incontrare persone affini negli interessi e nel modo di viverli. A presto quindi su queste strade 🙂 Buona serata

  8. Andrea ha detto:

    Molto bella la frase che citi di Galileo, non sapevo che l’avesse scritta. A ben pensare non dovrebbe stupirci più di tanto, a quel tempo la scienza come la conosciamo oggi era agli albori e gli scienziati erano anche filosofi, artisti, inventori, architetti…
    Dovremmo tornare ad una concezione più olistica della scienza e del mondo, l’eccessiva specializzazione e la suddivisione del sapere a compartimenti stagni ci sta portando alla rovina.
    Nel mio infinitamente piccolo ho scritto qualcosa su questo tema:
    https://pensierisottolaneve.wordpress.com/2014/12/27/tutte-le-cose-sono-collegate/#more-1155
    https://pensierisottolaneve.wordpress.com/2015/03/14/finche-siamo-ancora-in-tempo/
    Mi piace il tuo blog, verrò a trovarti.

    P.S. Nuzk è un po’ difficile da pronunciare…😄

    • Nuzk ha detto:

      Ultimamente ho la sensazione che le cose stiano cambiando. Sempre più spesso, soprattutto i fisici, iniziano a parlare come dei mistici. Robert Lanza per esempio afferma che per spiegare la Teoria del Tutto è necessario considerare la coscienza umana come uno degli elementi che fanno parte della teoria stessa. Probabilmente Galileo, Giordano Bruno e altri erano capaci di attingere informazioni “altre” attraverso il loro modo di percepire le cose. Adesso stiamo semplicemente dimostrando scientificamente quello che loro sapevano attraverso altre vie.
      P.S. sai com’è … a Trieste tra tedesco, sloveno e italiano gli aggregati di consonanti risultano più facili da pronunciare 😉

      • Andrea ha detto:

        Anni fa ho letto il Tao della fisica e mi ha aperto gli occhi proprio su questa comunanza di vedute. Penso che la scienza, la filosofia, l’arte, la musica siano solo linguaggi diversi per descrivere l’universo, punti di vista diversi per osservare le medesime cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...