Api

Una piccola ape che si nutre con una goccia di miele

Una piccola ape che si nutre con una goccia di miele

Nel 2012, mi sono ritrovata a leggere un articolo in cui si diceva che gli agricoltori della provincia cinese del Sichuan sono stati costretti a impollinare “manualmente” i fiori degli alberi di mele, a causa della grave moria di api registrata nella regione.

In questi giorni stanno iniziando a fiorire i primi alberi da frutto e già da qualche settimana si vedono in giro le api. Non è certo il mese adatto a questo volar d’insetti e domenica, portando gli avanzi di cucina nel compost, mi sono accorta che molte api, invece di essere sui fiori a suggere nettare erano accalcate su degli avanzi di torta che avevo buttato. Mi hanno fatto una gran pena. D’estate quando fa molto caldo uso mettere a disposizione una ciotola con acqua in modo che le api abbiano da bere e la ciotola è sempre molto frequentata. Non potevo certo lasciarle in febbraio senza un aiuto. Così ho preso un piccolo barattolo di marmellata fatta l’anno scorso e l’ho versato sopra il compost. Dopo mezz’ora sono tornata a controllare e c’erano decine di api che si rimpinzavano sulla marmellata. Da oggi una ciotola di acqua e zucchero non mancherà per aiutare le api a passare questa ultima parte d’inverno finchè le fioriture non saranno sufficienti al loro sostentamento.

Annunci

Gemme

1

Lo so, siamo in gennaio, negli Stati Uniti si stanno ibernando con una perturbazione artica eccezionale e probabilmente nelle prossime settimane anche qui arriverà la neve. Come giustamente ricorda il calendario siamo in gennaio, in pieno inverno, che peraltro è iniziato da poco,  il 21 dicembre. Eppure…

Stamattina quando nel buio del primo mattino sono uscita a sentire il tempo c’era aria di scirocco, tiepida per essere le cinque del mattino. Più tardi, al rientro dalla passeggiata con i cani, non ho resistito e sono andata a guardare i mirabolani che si affacciano alla finestra di casa. Le loro gemme…, lo so, siamo sempre in pieno inverno, eppure…

A soffermarsi a guardare le gemme dei mirabolani si vede che stanno iniziando a cambiare. E’ così, ogni anno, tutto l’anno. Non ha importanza quello che dice il calendario, a me le stagioni piace coglierle e seguirle osservando quello che mi circonda. E così, in pieno inverno, giorno dopo giorno mi piace osservare come minimi cambiamenti accompagnano il trascorrere del tempo verso la primavera.

Vento di Scirocco

onde

Ho una predilizione per il mare d’inverno, se poi è anche mosso o c’è tempesta non so resistergli. La vigilia di Natale c’era vento di Scirocco e il mare era mosso. Le onde si frangevano alla base del muraglione con forza attraendo lo sguardo a seguire le loro evoluzioni in maniera quasi ipnotica. E mentre respiravo profondamente quell’aria salmastra sentivo dentro di me pervadere la forza di quel mare in tempesta.