Relax

Week end all’insegna del relax, dopo una settimana piuttosto intensa. Ignorerò di proposito le 1000 cose da fare fuori e dentro casa dando la precedenza a quello che avrò voglia di fare più che a quello che c’è da fare. Ci riuscirò? Mah…

Intanto stamattina passeggiata tranquilla assaporando colori, profumi, luci, chiaroscuri….

I giochi di luci e ombre del sole sulle increspature dell’acqua del fiume…..

2

L’inizio della campagna scavi 2014….

3

La profusione di fiori negli arbusti che crescono lungo il sentiero…Il profumo di nettare emanato da questo cespuglio di Prunus selvatico era dolcissimo. Mi dispiace di non poter postare anche quello…

4

La fioritura di anemoni smossi dal vento lungo la strada di casa….

1

La fioritura dei prugni. Da lontano il manto bianco che ricopriva una parte della collina mi ha attratta e sono andata a curiosare nel campo. Anche qui un gran profumo di nettare ma molto diverso da quello del cugino spontaneo. Questo nettare è più delicato, quasi smorzato, ma alle api piace comunque. Oltre al suono del vento si sentiva come sottofondo costante, il ronzio delle api che a decine di centinaia stavano bottinando sui fiori. Il bianco dei fiori si confondeva con le nubi altrettanto bianche oppure si stagliava netto contro l’azzurro del cielo.

IMG_0652

IMG_0674

IMG_0683

Mentre visti dall’alto, i fiori dei prugni si confondevano con il bianco delle margheritine che tappezzavano i prati.

IMG_0687

Annunci

Un cambio di luce

il fiume tra gli alberi

Ero seduta sul gradino davanti casa a bere una tazza di caffè e a godere del pallido sole che, tra una nuvola e l’altra, stava tentando di comparire. L’assenza di foglie sugli alberi e un’inclinazione della luce inconsueta, rivelava un’ansa del fiume mai notata finora da casa.

Osservando il luccichio dell’acqua mi sono ritrovata a riflettere su come a volte, incontri o fatti inconsueti, ci portino d’un tratto a vedere parti di noi che, seppur conosciute, non sono state fino a quel momento osservate veramente. E’ un po’ come sapere una cosa ma non prenderne completamente coscienza, finchè per un motivo imprevisto, la luce cambia portandola in primo piano. Magari si tratta di un aspetto che razionalmente riconosco e di cui ho anche parlato. Ma è come se per comprendere totalmente, ci debba essere l’unione del razionale e dell’emozionale. E’ necessario creare dentro quello stato di completezza che ci dà la forza di affrontare e sostenere l’elaborazione di quell’aspetto messo d’improvviso in luce. 

cambiamento di luce

La prima piena

foglie

L’autunno ormai è arrivato e quando esco da casa la macchina fotografica è sempre con me. Domenica mattina approfittando della giornata libera mi sono attardata sul greto del torrente a fare alcune fotografie. Mi piace osservare i dettagli e come la natura nel suo naturale trascorrere delle stagioni crei accostamenti continui mescolando la materia.

Domenica notte è piovuto. Tanta pioggia, tutta insieme e lunedì mattina è arrivata la prima ondata di piena della stagione. Il greto del torrente dove avevo fatto le foto poche ore prima, il mattino successivo è stato travolto dall’acqua. Le foto che seguono sono un piccolo assaggio delle condizioni del fiume lunedì mattina. La notte del lunedì è piovuto ancora e martedì mattina un’altra piena ha movimentato il torrente.

Nei campi arati nuotano i germani. Sullo sfondo oltre gli alberi, il fiume in piena
Nel campo arato nuotano i germani. Sullo sfondo oltre gli alberi, il fiume in piena

piena

2 piena

piena