Attimi quotidiani XIX – nebbia

Ci sono momenti in cui immergermi nella nebbia mi piace. Quando poco sopra la coltre di nubi c’è un cielo quasi sereno e la luce intensa del sole, ritrovarmi avvolta dalla nebbia mi permette di osservare, in modo diverso, quello che vedo tutti i giorni.

La nebbia cela ed allo stesso tempo evidenzia. Cela gli sfondi, gli orizzonti ma, insinuandosi tra gli alberi, ne evidenzia la struttura, le forme, creando una successione di piani sui quali i rami si dispiegano.

Piante che il giorno prima si confondevano con il resto della vegetazione risaltano, come delicati disegni a china.

Finchè il sole non inizia a filtrare, esaltando con i suoi raggi le gocce d’acqua che si erano condensate in precedenza sulla vegetazione o sui sottili fili delle tele dei ragni.

Annunci

25 thoughts on “Attimi quotidiani XIX – nebbia

  1. dv8888 ha detto:

    E pensare che è la stessa nebbia che incontro in autostrada…
    Dan

  2. Lena ha detto:

    Lovely spiderweb and the trees with the fog!

  3. lauraluna ha detto:

    Giustamente, un conto è trovare la nebbia in autostrada,( un vero tormento ) un conto a diretto contatto con la natura.
    Si possono allora provare emozioni ed osservare con occhio attento e curioso, sorprendendoci anche.

  4. pj ha detto:

    La differenza tra chi fotografa e il fotografo è che i primi riescono a volte a cogliere il bello che ci circonda, il secondo riesce ad essere parte integrante ed attiva dell’emozione che la foto trasmette. Ne sceglie il piano di fuoco, la profondità, l’equilibrio delle forme e delle luci, perché la foto possa essere quella che deve essere ai suoi e ai nostri occhi.
    🙂

  5. massimolegnani ha detto:

    sono d’accordo con te, la nebbia cela e allo stesso tempo svela!
    Gli alberi nel bosco della seconda immagine, per esempio, assumono un’altra fisionomia così avvolti nella foschia.
    ml

    • Nuzk ha detto:

      Ciao Massimo. E’proprio mentre guardavo quegli alberi che mi sono accorta come la nebbia possa celare ma anche svelare i dettagli. E mi è tornata in mente la prospettiva aerea che Leonardo Da Vinci aveva creato nei suoi dipinti. In quella foto la nebbia accentua i colori sbiaditi man mano che ci si allontana

      Leonardo da Vinci, Il trattato sulla pittura, 258. Della prospettiva aerea.

      Evvi un’altra prospettiva, la quale chiamo aerea imperocché per la varietà dell’aria si possono conoscere le diverse distanze di varî edifici terminati ne’ loro nascimenti da una sola linea, come sarebbe il veder molti edifici di là da un muro che tutti appariscono sopra l’estremità di detto muro d’una medesima
      grandezza, e che tu volessi in pittura far parer piú lontano l’uno che l’altro; è da figurarsi un’aria un poco grossa. Tu sai che in simil aria le ultime cose vedute in quella, come son le montagne, per la gran quantità dell’aria che si trova infra l’occhio tuo e dette montagne, queste paiono azzurre, quasi del color dell’aria, quando il sole è per levante. Adunque farai sopra il detto muro il primo edificio del suo colore; il piú lontano fàllo meno profilato e piú azzurro, e quello che tu vuoi che sia piú in là altrettanto, fàllo altrettanto piú azzurro; e quello che tu vuoi che sia cinque volte piú lontano, fàllo cinque volte piú azzurro; e questa regola farà che gli edifici che sono sopra una linea parranno d’una medesima grandezza, e chiaramente si conoscerà quale è piú distante e quale è maggiore dell’altro.

  6. gardentourist ha detto:

    Nebbia come un mare che isola. Grazie al nostro capitano!

  7. phlomis68 ha detto:

    fantastiche foto e parole come sempre 🙂

  8. Pieter Navis ha detto:

    Stunning images! Especially the first, second and last image are incredible 🙂 Lovely atmosphere altogether, with high quality!

  9. quarchedundepegi ha detto:

    Hai scritto qualcosa di bello accompagnato da foto significative.
    Buon pomeriggio.
    Quarc

    • Nuzk ha detto:

      Grazie Quarc, benvenuto. Racconto quello che vedo e cerco di fissarlo con le foto nella speranza che passino anche le emozioni che provo in quei momenti. Buona giornata

  10. Andrea ha detto:

    La nebbia è magia che trasfigura le cose attorno a noi.La nebbia è mistero, sogno, illusione, cambiamento.
    Hai fatto delle foto bellissime, complimenti!

    • Nuzk ha detto:

      Grazie Andrea, benvenuto. E’ vero, quando “vivi” la nebbia in mezzo ad un piccolo pezzetto di natura, fosse anche solo il bosco vicino a casa, tutto sembra avvolto da mistero, ma è un mistero amico 🙂

  11. TADS ha detto:

    è sempre un piacere ammirare le tue foto

  12. […] denotano molta attenzione alle luci, cosa che del resto lei conferma espressamente, per esempio la nebbia può sicuramente creare magie, di per sé e insieme al sole. Anche colori, riflessi, luoghi (come […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...