Riflessi

Breve intervallo natalizio a Trieste.

Quando ritorno a casa, mi piace girovagare in città senza una meta in particolare, solo per il gusto di passeggiare e vedere com’è cambiata. Oppure fotografare i tanti dettagli che attirano la mia attenzione.

In genere nel periodo natalizio il centro città addobbato con le lucine, si abbellisce.

Quest’anno mi sono goduta il Canal Grande (già anche Trieste ha il suo Canal Grande) con l’acqua immobile a fare da specchio ai palazzi e locali che lo delimitano.

Camminare tra la folla tesa negli ultimi acquisti, mentre si percepisce dentro di sè un calmo distacco da quella frenesia, permette di godere delle piccole cose che ci si presentano.

Così arrivare davanti alla chiesa Serbo-Ortdossa (che è una delle mie preferite), ed entrare semplicemente per sentirne i profumi di incenso e delle sottili candele fatte ancora di cera d’api, viene da sè. Ne osservo le icone, i chiaroscuri, le cupole e la pianta a croce greca che la contraddistingue, sentendomi avvolgere da tutto questo. Uscendo, non prima di aver acceso una candela, incontro un’amica che non vedo e sento da anni e ci sediamo in un bar a chiacchierare, entrambe felici del nostro incontro ed è una piccola felicità che mi porto ancora dentro.

E poi ritorno lentamente alla macchina, passando da Piazza Unità e percependo il profumo di quella parte della città che sa di mare e di cui conserverò gelosamente la sensazione, fino alla prossima visita.

Annunci

16 thoughts on “Riflessi

  1. lauraluna ha detto:

    Trieste è una città incantevole, ci sono stata per due giorni, anni fa, e ne sono rimasta entusiasta, mi riprometto sempre di tornarci.
    Dopo aver letto il tuo post me ne hai fatto ritornar la voglia! 🙂

    • Nuzk ha detto:

      Vero, Trieste e anche i dintorni sono molto belli. Ed è bello girarci senza la fretta di dover visitare qualcosa o appuntamenti che ti aspettano.

  2. mia_euridice ha detto:

    Voglio tornarci anche io.
    Prima o poi…

  3. massimolegnani ha detto:

    le tue immagini reinterpretano i luoghi (e, in altre occasioni, la natura)
    ml

    • Nuzk ha detto:

      Grazie Massimo. A volte, quando quello che in passato era la nortmalità non lo è più, riesci a vedere cose che in precedenza davi per scontate. Ed è veramente bello.

  4. sguardiepercorsi ha detto:

    Belle queste immagini serali…
    Ciao! 🙂

  5. sabinaviola ha detto:

    Belle queste immagini, lo sono sempre le tue, e bella questa città, dal cui fascino sono rimasta soggiogata fin dalla prima visita, quand’ero appena adolescente.
    A Trieste sono stata più volte e ho letto diversi libri a lei dedicati.
    Poche altre città hanno saputo dare anima ad un immaginario letterario come è accaduto a Trieste.
    Trieste è per me una scenografia perfetta per dar corpo ai sogni, è città di confine non solo geografico. E’ città di mare con il cielo che sa di nord.
    Buon anno,
    Sabina

  6. accantoalcamino ha detto:

    La mia Trieste meravigliosa ❤

  7. TADS ha detto:

    ciao Nuzk,
    Bella Trieste e come sempre bellissime le tue foto

  8. gardentourist ha detto:

    Anch’io, anch’io spero di rivederla presto, Trieste! Preziosa e senza fronzoli, aperta e spigolosa… grazie, bellissime le foto, dove tutto ricorda lo specchio del mare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...