Refrigerio

Il caldo di questo periodo stimola a ripercorrere itinerari sul vicino Appennino, in cui ritrovare un po’ di frescura. A pochi chilometri da casa, acque cristalline e gelide scivolano e rimbalzano tra i massi del greto del torrente, accompagnando il nostro camminare con il loro morbido scrosciare. I passi sono costanti e ci permettono di arrivare in tempi contenuti alla meta.

Lungo il percorso mi trovo a riflettere sul mio bisogno di frequentare questi luoghi da sola, con i miei tempi fatti di alternanza di cammino e soste. Per sentire, per osservare, per fotografare, per pensare.

Oggi mi godo la presenza delle compagne di camminata ma mi riprometto, a breve, di ritornarci da sola, con la macchina fotografica e l’intera giornata a disposizione per immergermi appieno nella bellezza di questo particolare angolo di natura.

 

Annunci

19 thoughts on “Refrigerio

  1. massimolegnani ha detto:

    ci sono luoghi che solo a vederli rinfrescano e dissetano, come se l’occhio supplisse a tutto il corpo, l’occhio si immerge, l’occhio beve, l’occhio percepisce.
    ed è vero, ci sono luoghi che, per quanto sia piacevole la compagnia, è bello raggiungere da soli, col proprio passo ed emozione solitaria.
    ml

    • Nuzk ha detto:

      Ciao Massimo, per mia natura mi piace stare sola e prendermi tutto il tempo necessario a sentire il luoghi che visito. E mi accorgo che più passa il tempo più divento selettiva nei confronti di chi mi fa piacere che mi accompagni. A volte, guardando le persone che si incontrano, pare quasi che l’andare insieme sia più per bisogno di non stare soli che per piacere di essere accompagnati. Stranezze dell’animo umano…

  2. pjperissinotto ha detto:

    Visto l’inizio attendiamo con curiosa sorpresa le foto e le emozioni che verranno dalla prossima gita.

    • Nuzk ha detto:

      Gita probabilmente autunnale…che d’autunno quel luogo è magico… ;

      • pjperissinotto ha detto:

        Concordo. In autunno credo sarà il momento perfetto.
        Un vecchio personaggio del passato, tal Ansel Adams, sosteneva che ogni soggetto aveva il suo momento perfetto, la sua luce perfetta per essere fotografato.
        Pregusto già il tuo momento lì in autunno.

      • Nuzk ha detto:

        Saggia persona…quel “tale”… 😀

  3. mia_euridice ha detto:

    Refrigerio puro.
    Che bellezza…

  4. lauraluna ha detto:

    Come ho scritto in un mio post recente ” “Non esiste nessuno più difficile di chi sa stare da solo.
    Ha imparato la cosa che fa più paura al mondo.
    Quindi, non sarà mai disposto a barattare la sua solitudine
    con rapporti di circostanza.” E ‘ quello che riesci a fare tu.
    E fai pure bene!

    • Nuzk ha detto:

      Diciamo che, almeno nella vita privata dove si può scegliere di intessere relazioni nelle quali non è necessario fingere, i rapporti di circostanza cerco di non farli entrare. Il vero inghippo è che quando sono da sola ho mille cose che mi interessano e non mi annoio, cosa che invece spesso mi capita quando sono tra la gente…

  5. Paolo Astrua ha detto:

    Capisco. Da quando ho cominciato ad andare a camminare da solo nei boschi ho indubbiamente affrontato alcuni miei spauracchi legati alla solitdine ma ho anche scoperto, superando le paure, quanto mi sentissi a mio agio. In mezzo alla natura non riesco a sentirmi solo, le piante e gli animali che popolano l’ambiente che attraverso mi donano un senso di grande unità. Certo talvolta mi piace camminare con qualche amico ma non rinuncerei mai alle “mie tempistiche” nell’osservare, annusare, respirare, godere della passeggiata nella natura.

    • Nuzk ha detto:

      È vero. Forse è per questo che anche qui a casa non riesco mai a sentirmi sola. Sono immersa nella natura e mi basta uscire dalla porta per godere di questa sensazione di unità che sento per questo luogo.

      • Paolo Astrua ha detto:

        Anche io ho scelto di vivere circondato dalla natura (anche se abbastanza vicino alla città) e mi sento abbracciato da un ambiente ricco e in continua trasformazione. Dinamico direi!

      • Nuzk ha detto:

        Sul dinamico sono d’accordo. Non ho un recinto attorno a casa e la mattina quando apro la porta non so mai chi e cosa trovo in giardino 😀 E anche per le piante è cosi. Spesso trovo giovani piante che si seminano nei posti più impensati e le lascio crescere per vedere cosa sono o perché mi dispiace toglierle

      • Paolo Astrua ha detto:

        🙂

  6. Paolo Astrua ha detto:

    Bellissime le tue foto.

  7. Pieter Navis ha detto:

    Really lovely little waterfall! Great photographs!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...