Incontri

Il caldo rintrona anche le lepri.

Stamattina, neanche tanto presto, mentre camminavo nel centro della strada bianca con i due cani, una lepre ha iniziato a venirci incontro. Ci ha messo un po’ ad accorgersi che, di fronte a lei, c’era del movimento e a quel punto si è fermata.

Io mi ero già fermata da un po’ e stavo pensando se prendere o meno dallo zainetto la macchina fotografica. Le lepri mi stupiscono sempre. O schizzano come schegge impazzite alla velocità della luce o si glassano lì e aspettano chissà che cosa. Questa è rimasta glassata. Dopo qualche secondo che non si muoveva, ho deciso di prendere la macchina fotografica dallo zainetto e iniziare a scattare qualche foto. Seduta così in mezzo alla strada mi ricordava una scena dei vecchi film western. Sentivo già la musica di Ennio Morricone in sottofondo….

Poi con una camminata lenta, quasi ad inciampare in quelle zampone un po’ sproporzionate ma che riescono a farle raggiungere velocità che sorprendono, ha deviato verso la rivettina a lato della strada e dopo un ultima annusata quasi indifferente ad un fiore, con molta calma, si è dileguata nella macchia.

 

Annunci

38 thoughts on “Incontri

  1. Drimer ha detto:

    Incontri ravvicinati…. 😉

  2. lauraluna ha detto:

    In effetti, nella prima foto, la lepre sembra piuttosto stranita. Probabilmente si sta chiedendo se è davvero finita la stagione della caccia . ………
    E i tuoi cani che reazione hanno avuto?.

  3. mia_euridice ha detto:

    Meglio una foto che uno sparo…

    • Nuzk ha detto:

      Assolutamente si. E’ che in questa zona è vietata la caccia e le lepri (e gli animali in genere)sono un po’ polleggiati 😀 Anche per questo mi piace tanto questo posto.

  4. La il@ ha detto:

    Fantastica..! Ti invidio sempre di più, per il posto in cui vivi.. 🙂

  5. ogginientedinuovo ha detto:

    Adoro gli animali! Mi piace vederli fare e disfare. Dietro casa mia c’è una “macchia” di verde e arbusti e alberi: là sotto un arbusto ha messo su casa una famiglia di conigli selvatici 🙂 Da qualche giorno, la mattina presto, un minuscolo batuffolo marroncino va e viene con circospezione 🙂
    La caccia… puah!

    • Nuzk ha detto:

      Anch’io sono contraria alla caccia perchè non ammetto che l’uccisione di un essere vivente venga considerata uno sport. Poi ci sono da fare delle distinzioni ma non mi dilungo sulla questione. Ultimamente però faccio fatica a provare slanci di simpatia verso i cinghiali che sistematicamente mi stanno devastando il giardino…ma questa è un’altra storia 🙂

  6. The Master Of Cook ha detto:

    Che simpatica. Mi piacciono molto gli animali nel loro ambiente che vengono “beccati” dagli umani e restano stupiti a loro volta..

    • Nuzk ha detto:

      Le lepri quando restano stupite sono fantastiche. Ti camminano incontro e quando stanno per sbatterti addosso ti guardano come se tu fossi piombato lì improvvisamente dall’iperspazio. Poi, quando iniziano a correre, riescono a raggiungere una velocità che a restare a bocca aperta sei tu… 😀

  7. vagoneidiota ha detto:

    Mi hai trasportato in una fiaba.
    Big muff – my funny Valentine (hotel costes)

  8. Verena ha detto:

    Ma che carina!

  9. massimolegnani ha detto:

    incontro emozionante.
    incredibile come la lepre per nulla emozionata ti abbia dato il tempo di ritrarla.
    ml

  10. massimolegnani ha detto:

    che meraviglia! più a contatto con la natura di me che pure sto in campagna 🙂

  11. TADS ha detto:

    momenti bellissimi ed emozionanti, quando vado in montagna ho spesso incontri ravvicinati con la natura

    • Nuzk ha detto:

      Carissimo Tads, hai ragione, la montagna permette incontri con la natura emozionanti. In alcuni luoghi ci sono animali che mai ti aspetteresti di poter avvicinare. Per non parlare dei paesaggi che ti accolgono.

      • TADS ha detto:

        pensa che dove ho la casa, valle d’Aosta, siamo a 1720 metri di altitudine, cosa vedo è inenarrabile, cervi, stambecchi, caprioli… in estate ci passo sempre qualche giorno, si avvicinano come volessero socializzare, fantastico

      • Nuzk ha detto:

        Mi hai inferto un colpo al cuore Tads! In Val d’Aosta, mentre ero stesa su un prato, ho visto passare un gipeto. Adoro quei luoghi e ho ricordi bellissimi di camminate in valli isolate dove si incontravano solo gli animali e nessun essere umano…Ti invidio amorevolmente 😉

      • TADS ha detto:

        conosci la zona?

      • Nuzk ha detto:

        conosco alcuni posti della val d’Aosta…ricordi di gioventù 😀 Ho avuto modo di fare splendide camminate, anche di più giorni, sia in Piemonte che in Val d’Aosta e l’immensità dei paesaggi mi ha sempre stupito. E poi, il mio animo istrice, ha molta più affinità con la densa solitudine e il silenzio della montagna che con i carnai delle spiagge estive

  12. TADS ha detto:

    ti faccio una confidenza, io nella vita sono stato fortunato, ho una casa in montagna e una al mare, vivo a Torino, praticamente nel mezzo, alternare la tranquillità della montagna al caotico festeggiare del mare è una emozione difficile da descrivere.

    • Nuzk ha detto:

      Bellissima città Torino! Siamo fortunati entrambi. Prima di trasferirmi di recente in Romagna ho vissuto 40 anni a Trieste e conosco l’andamento festaiolo del mare. Ma sento la montagna molti più affine. E invidio un po’ la tua vicinanza a luoghi magnifici come val d’Aosta e alto Piemonte

      • TADS ha detto:

        accipicchia… 40anni a Trieste?
        allora non sei una ragazzina???
        insomma, Trieste è una piccola Torino, alpi carsiche e mare, accidenti, conosco molto bene la zona, però qui abbiamo una marcia in più, invero anche qualche chilometro ma ne vale la pena, io impiego circo un’ora e mezza per arrivare in montagna e più o meno, traffico permettendo, tre ore per andare al mare ma ho la casa in costa azzurra, la riviera ligure è molto più vicina. Noi Torinesi siamo abituati ad alternare nord e sud, sci e pinne (simboliche).

        che ci fai di bello in Romagna? lavori oppure hai seguito l’amore? sempre se non sono indiscreto 😉

      • Nuzk ha detto:

        Hai ragione Tads. Quando sono stata a Torino, mi sono sentita un po’ a casa perchè in alcuni aspetti mi ricordava Trieste. Invidio anche la vicinanza alla Provenza che è un altro luogo che mi ha stregata, con le coltivazioni di lavanda e le terre d’ocra. Qui in Romagna al momento ho trovato lavoro e una casa in collina che mi permette di essere immersa nella natura con i caprioli che arrivano fin quasi sulla soglia e tassi, istrici, cinghiali che girano indisturbati.

      • Nuzk ha detto:

        Ahahaha mi fai ridere Tads! E perchè mai dovrei essere una ragazzina, se non nell’animo? Ho già dato a suo tempo. Adesso mi godo gioie e piaceri della mia età 🙂

      • TADS ha detto:

        è quello che faccio anche io, ho una certa età, per me a 40anni sono giovincelle 😀

  13. Piero ha detto:

    Io darei ragione a Tads, una persona così sensibile e con questo colpo d’occhio direi magico nel cogliere istantanee che ai più sfuggono, è giovane per sempre… Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...