Effimere

La Natura rappresenta per me l’opportunità di potermi stupire sempre, ogni giorno, anche rimanendo tutto l’anno nello stesso luogo e camminando lungo lo stesso sentiero. Non ci sarà mai un giorno uguale ad un altro, un paesaggio che si ripete, una stagione già vista.

Lo sguardo ormai si è affinato ad osservare tutto come fosse la prima volta, non dando nulla, neanche l’erba, per scontata. E questo, che per me è naturale, mi porta a vedere particolari nuovi continuamente.

Una cosa alla quale non riesco a rinunciare sono i controluce, quelli del sole radente dell’alba. E’ nei controluce, nell’esaltazione delle forme, delle silhouettes, che i dettagli spiccano all’occhio.

Stamattina, mentre camminavo ammirando le graminacee che ondeggiavano al vento, illuminate dal sole appena sorto, il mio sguardo è stato attratto da un insetto: un’effimera se ne stava aggrappata in cima allo scapo sfiorito di una barba di becco.

Ephemera danica in cima allo stelo sfiorito di Tragopogon porrifolius comunemente chiamato barba di becco

Quest’esile insetto passa quasi tutta la sua vita in forma di larva acquatica (due o tre anni). Una volta uscito dall’acqua, la sua vita è brevissima (da cui il nome ephemeros = “che vive un giorno”). Stamattina il mio sguardo ne ha incontrato uno e ovviamente non ho potuto fare a meno di fermarmi ad osservarlo e ad immortalarlo.

Per ulteriori approfondimenti  di seguito i link di wikipedia relativi agli Ephemeroptera e Tragopogon.

http://it.wikipedia.org/wiki/Ephemeroptera

http://it.wikipedia.org/wiki/Tragopogon

Annunci

11 thoughts on “Effimere

  1. mia_euridice ha detto:

    Vuoi dire che domani quella creaturina sarà già morta?

    • Nuzk ha detto:

      si ma piccolina com’è è vissuta per 2 o 3 anni nel laghetto lì vicino. Un po’ come le lucciole che dopo 3 anni passate come larve nel terreno, quando mutano e iniziano a volare vivono al massimo 2-3 settimane…

  2. lauraluna ha detto:

    Devo decidermi di alzarmi più presto all’alba e acquistare anch’io una macro.
    Ma tu non ne hai bisogno.
    Le tue foto sono formidabili così ! 🙂

  3. Paolo Astrua ha detto:

    Ciao Nuzk, sono felice di conoscere il tuo bel blog. Mi piace come scrivi e quello che dici. Mi piace che si parli di piante, di animali, di passeggiate ma anche che si rifletta sulla propria vita, sull’esistenza e sulle leggi della natura. Mi sembra che ci sia nei tuoi scritti e nelle tue foto un amore scientifico per la natura accompagnato da una grande umanità. Grazie. Le foto dell’Ephemera danica sono toccanti. Mia moglie ed io ieri sera ci siamo quasi commossi.

    • Nuzk ha detto:

      Ben arrivati Paolo e moglie 😀 Mi fa piacere che vi piaccia la foto dell’Ephemedra danica e il resto del sito. Io sono malata di Natura, ne sento il bisogno per vivere, per riprendermi dalla quotidianità lavorativa e semplicemente perchè sento di farne parte e che la natura è parte di me. Poi molto di quello che incontro, genera in me curiosità e se incontro qualcosa che non conosco mi viene naturale interrogare la rete finchè non capisco di cosa si tratta.Spero che qui possiate trovare anche in futuro dei post di vostro interesse. A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...