Giovanni Boldini

Finalmente mi sono decisa a ritagliare un po’ di tempo per visitare una mostra alla quale tenevo molto. Ai Musei San Domenico di Forlì, fino a giugno, sono esposti i dipinti di Giovanni Boldini (Ferrara 1842 – Parigi 1931).

Già arrivando all’ingresso dei Musei si inizia ad intuire la bellezza di quanto possa aspettarci all’interno. Quattro rappresentazioni dei dipinti di Boldini troneggiano ai lati delle porte d’accesso alla mostra.

Nelle sale sobrie e sapientemente illuminate si susseguono disegni, acquarelli, incisioni e dipinti che ho ammirato, uno ad uno, con stupore. E’ un susseguirsi di autoritratti, scorci di paesaggi, immagini di Parigi con i luoghi e i personaggi della vita notturna, ritratti di dame della Belle Epoque…

Mentre i volti dei soggetti ritratti, sono spesso talmente perfetti da sembrare quasi veri, gli abiti sono resi con pennellate rapide, dei guizzi di colore, che imprimono alle figure luce e movimento.

I quadri in mostra sono davero molti, raggruppati nei diversi periodi che hanno caratterizzato la vita e le opere dell’autore. A chi piace Giovanni Boldini, consiglio vivamente questa mostra, per il piacere di lasciarsi stupire dalla bravura di questo incredibile artista.

Annunci

21 thoughts on “Giovanni Boldini

  1. lauraluna ha detto:

    Sinceramente di questo pittore conosco solo il ritratto di Giuseppe Verdi ma, dalle foto che hai messo, credo che la leggerezza e la delicatezza del “tocco” siano la sua peculiarità! 🙂

  2. mia_euridice ha detto:

    La mostra sembra molto interessante.
    Soprattutto perché racconta un artista che non conosco affatto.
    Grazie per averne parlato…

    • Nuzk ha detto:

      E’ una mostra molto curata e ricca di quadri. Non solo quelli di Boldini. Una parte dei dipinti sono di artisti che in qualche modo si sono intrecciati con Boldini nel corso degli anni. Così oltre a tutti i quadri di Boldini si possono ammirare anche alcune opere di altri artisti come Corcos (la mosta di questo artista che ho visto a Padova alcuni mesi fa mi è piaciuta moltissimo),De Nittis, Helleu, Degas, Van Dick, Goya. Oltre alla mostra di Forlì c’è una mostra a Ferrara in cui sono esposti altri quadri di Boldini insieme a dipinti di De Pisis. Tra Ferrara e Forlì sono in mostra circa 350 dipinti di Boldini. Giusto così per fare un po’ di pubblicità ;D Comunque la mostra a Forlì merita veramente. Sto pensando seriamente di tornarci prima che finisca.

  3. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Ma sai che non sapevo che il “Verdi” fosse suo? Bella mostra, grazie per averla condivisa …

  4. La il@ ha detto:

    ..invidia.. ho visitato – con grandi aspettative e dopo trepidante attesa – la sua mostra a Milano, qualche mese fa, ma i quadri in esposizione erano davvero pochi, e questa è stata una delusione.

  5. gardentourist ha detto:

    … ed eccone un’altra, per la quale mi cruccerò ancora di più! ;-D
    Di Boldini mi affascina proprio quella sicurezza con la quale avvolge le figure.
    Mi piace come ci hai presentato la mostra, senza “rubare” scatti all’interno, tentandoci solo con il suo scrigno 🙂

    • Nuzk ha detto:

      All’interno della mostra non si possono fare foto. Mi hanno spiegato che, essendo le opere anche di proprietà di privati, molti non hanno piacere che vengano fotografate e quindi il divieto viene esteso a tutto quanto esposto… purtroppo. Ho girato tutta la mostra con la macchina fotografica nella custodia 😦

      • gardentourist ha detto:

        Sarà forse una qualche forma di rispetto per le vecchie convenzioni, o l’atmosfera sospesa fuori dal tempo che la pittura sa ispirare… ma non mi dispiace quando viene proibito di fare foto all’interno di una mostra. Mi sembra di riuscire a concentrarmi meglio. Mi chiedo però come reagirei se mi si proibisse di scattare in giardino…

      • Nuzk ha detto:

        A volte alle mostre ci sono dei bellissimi allestimenti che fotograferei volentieri. In questa mostra c’è un lungo corridoio in cui sono esposti, su un lato, tutti ritratti a figura intera di donne e quando arrivi sulla soglia è un bell’effetto.

      • gardentourist ha detto:

        Eh, ma questo è puro sadismo… che tortura… mi vendicherò tentandoti con un bel giardino, tiè! ;-D
        (scherzi a parte, concordo sugli allestimenti, mi piace quando sanno trasformare anche la sala più nota, quella in cui hai visto molte altre mostre, in un altrove funzionale all’esibizione del momento).

      • Nuzk ha detto:

        E’ che spero di invogliarti ad andare. Sarebbe un vero peccato perderla 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...