Punti di vista

Il 2014 è stato un anno in salita, denso di esperienze inaspettate nel bene e nel male; denso di persone, vicine e non, che se ne sono andate in modo più o meno improvviso, lasciando sensazioni insolite, che però sento molto vere.

Il 2015, almeno la prima metà, dà l’impressione di poter essere in discesa, pericolosamente in discesa, potrebbe…forse…chissà…

A prescindere da quello che accadrà, sarà fonte di insegnamento e forse di crescita. E credo che questa sia l’unica cosa da ricordare nei momenti di possibile difficoltà. Ogni situazione porta con sè un messaggio, un insegnamento che, se colto, è un bene prezioso.

Mi piace ogni tanto guardarmi alle spalle e vedere i passi che mi hanno portato ad essere dove sono, nel bene e nel male. E rendermi conto che, aldilà di tutto, l’unica certezza è il cambiamento.

Due letture che considerano un punto di vista diverso. Diverso, a prescindere da quello che le persone che lo hanno vissuto, credevano. Simile, per tante persone che non si conoscono pur avendo vissuto esperienze che le accomunano.

Annunci

17 thoughts on “Punti di vista

  1. vagoneidiota ha detto:

    Il cambiamento.
    Fa paura, eppure c’è chi lo scrive e lo tiene tra le mani con delicatezza.
    Coraggiosa. Molto.
    The magician – (Darius remix) sunlight feat. Years & amp.

    • Nuzk ha detto:

      Bentrovato vagone :). Il cambiamento E’! E c’è sempre e comunque anche se abbiamo una specie di meccanismo di rimozione o forse solo una cultura, che lo mantiene celato. Sta a noi scegliere se averne paura o accoglierlo e trasformarlo in qualcosa di prezioso. Per quel che mi riguarda, devo solo ricordare, al momento opportuno, che posso scegliere… Buon we 🙂

  2. ogginientedinuovo ha detto:

    Un anno in salita comporta un gran lavoro emotivo, che fa crescere, sempre, ma rimane comunque un grande lavoro faticoso.
    Le belle persone non ne escono stritolate da tutto questo scavare e affrontare. Tu sei una bella persona ❤
    Passa un sereno week end, carissima!

    • Nuzk ha detto:

      Credo che anche come uscire dalle situazioni possa essere una scelta. Magari il modo è uno solo, ma i punti di vista da cui guardarlo potrebbero essere più d’uno. Grazie per queste tue parole. Un abbraccio

  3. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    All the best for a fantastic down-hill year! 🙂

  4. lauraluna ha detto:

    Retrocedere può essere anche avanzare me i cambiamenti fanno parte della nostra esistenza .
    “Ho un debole per le persone
    che hanno cicatrici nascoste dietro un sorriso.
    Per chi apre le braccia al futuro
    pur avendo conti in sospeso con il passato.
    Per chi avrebbe il diritto di urlare contro
    e invece sussurra serenità.
    Ho un debole per gli animi rotti
    ma portatori sani di positività.
    – Michelangelo Da Pisa -“

  5. Drimer ha detto:

    Cambiamento vuol dire andare avanti sapendo sempre dove ci troviamo, mai voltarsi indietro, ma non vuol dire dimenticare il passato.
    Buon proseguimento 😉

  6. Drimer ha detto:

    Dimenticavo di fare i complimenti per la foto, anche io qualche volta salgo e altre volte…scendo 😉
    Ciao

  7. willyco ha detto:

    Cambiare è una parola che allarga, piena di vocali aperte, come volesse suggerire che per essere diversi bisogna accogliersi, tenersi, lasciare che sia ciò che appuntito, stretto, scabroso a perdersi. 🙂

  8. […] questo cammino, le sincronicità mi hanno portato, in alcune occasioni, a leggere dei libri che sono stati spunto di interessanti riflessioni e collegamenti tra eventi, emozioni e sensazioni. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...