Serenità

La prima giornata di ferie è iniziata così, con la luna che tramontava dietro la collina e io che, mentre sorseggiavo il primo caffè, scambiavo alcune righe di buongiorno con chi ha un orologio biologico strampalato come il mio….

Poi la passeggiata con i cani e le foto che non riesco a non fare. Attività consuete che si ripetono tutti i giorni eppure, da qualche angolo remoto in cui è stato relegato, inizia a farsi largo qualcos’altro… Una tranquillità non legata all’orario, un respiro più ampio che sta riconquistando il suo spazio. Le parti di me più vere, più mie, quelle non mediate dai convenevoli, dalle regole del vivere secondo canoni decisi da altri, che in realtà non mi appartengono e che iniziano a starmi stretti.

Mentre passeggio mi accorgo che tutti i giorni, il peso di quello che mi aspetta nelle ore a seguire e i tempi stretti sempre e comunque, impediscono a certi pensieri di manifestarsi. Pensieri belli, progetti, cose che mi fanno stare bene e che vengono spinti indietro da quello che c’è da fare per vivere, per guadagnare lo stipendio, per far parte di questo pezzetto di società. E allora mi vien da dire che c’è qualcosa che non va in tutto questo. E soprattutto voglio pensare che può anche essere diverso, che mi posso permettere di essere io, di essere come mi sento, come sono, senza dover relegare nulla nell’angolino perchè potrebbe non essere accettato o non in linea con le circostanze da rispettare.

Eppure è cambiato così poco. Sono semplicemente in ferie. E la mia mente è già al lavoro. Mi propone una casacata di bolle che nascono da chissà dove e ognuna racchiude qualcosa che mi piacerebbe fare: la nuova legnaia, la compostiera, le foto, visitare qualche luogo nuovo qui vicino…. Mentre cammino e guardo i cani che seguono le tracce, osservo le mille bolle che la mente ha prodotto e le lascio andare. Niente obblighi oggi.

Annunci

6 thoughts on “Serenità

  1. sguardiepercorsi ha detto:

    La mente è una produttrice di bolle fenomenale e instancabile… Per fortuna abbiamo i weekend, le ferie, le sere… Momenti in cui le bolle possono un po’ quietarsi, fluire.
    Buone ferie, allora! Che le tue giornate fluiscano armoniche 🙂

    • Nuzk ha detto:

      Grazie. 🙂 Sul fluire delle bolle non ci sono dubbi. Cascate di flussi di bolle…. 😀 L’importante è guardare in ognuna e tenere nota di quelle che racchiudono i progetti migliori… Buona giornata

  2. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Buona giornata, buona camminata, buone bolle ….

    PS: ma è il resto dell’umanità che ha un orologio biologico strampalato, non noi due ….

  3. ogginientedinuovo ha detto:

    Quello che è relegato nell’angolino però c’é 🙂 e basta poco perché torni a prendere il sopravvento: c’è chi angolini nascosti non ne ha (più)!
    Goditi le ferie 😀 e perditi nelle bolle, ché è un’attività che mi piace tanto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...