Giallo

 

Annunci

Troppo oltre!

Stamattina andando al lavoro ascoltavo la radio e ho sentito quanto detto da alcuni “leader”politici relativamente ai loro programmi europei e ad eventuali alleanze atte a “fare danni”.

Arrivata in ufficio, ho iniziato la giornata leggendo una breve mail di un collega che nel descrivere una dipendente, che indubbiamente aveva sbagliato nel suo lavoro, ha dimostrato tutta la sua miseria interiore. Le parole e i modi nello scrivere trasmettevano in 3 righe tutto il suo astio e la sua incapacità relazionale e gestionale.

Nella pausa pranzo ho dato un’occhiata alle notizie della giornata e sono rimasta inorridita da quello che ho letto. Non riporterò qui la notizia perchè per quanto razionalmente ho capito esattamente cosa ci fosse scritto, emozionalmente non riesco ad accettare che qualcuno possa commettere azioni di una tale ferocia nei confronti di bambini o di adolescenti.

Sono rientrata a casa e mi sento stanca interiormente, non per la giornata lavorativa in sè, ma per questa continuità di astio, odio e ferocia che continuamente si manifesta nel piccolo quotidiano dell’ufficio così come ovunque nel mondo. E l’impressione che mi resta è che siamo oltre, troppo oltre.

Caprifoglio

Scendo dalla macchina e mi incammino verso l’ufficio. Due  finestre in fondo ad uno stanzone, la mia scrivania dalla parte opposta, il neon per farmi luce; davanti a me, lo schermo del pc che uso per lavorare. Lungo il percorso una siepe contro il muretto di cinta di un giardino rimane inosservata finchè non ci si trova a passarle accanto. Il caprifoglio è in piena fioritura e ti avvolge con il suo profumo. Inspiro profondamente gustando a fondo queste inconfondibili note odorose e mi lascio accompagnare da loro nel corso della giornata. So che al ritorno dall’ufficio, il caprifoglio con i suoi profumatissimi fiori, sarà ancora lì per augurarmi una buona serata.

1b

Attimi

Oggi non è stata quella che si definirebbe proprio una bella giornata. Malumori, pesantezza al lavoro, domande “autoelaborate” di quelle che ti arrivano dentro come una spada ben affilata per farti vedere cose che vorresti evitare….

Ok, ci sono indubbiamente svariati argomenti su cui riflettere ed è quello che farò tra poco.

Ora però, della giornata di oggi voglio ricordare due momenti in particolare. Attimi in cui il piacere di osservare e fotografare hanno cancellato d’incanto ogni fastidio o malumore aprendo le porte a sprazzi di serenità.

Stamattina….

Stasera…

Cerri

1b

Ottobre 2013. Aprendo la porticina della buchetta delle lettere ho trovato una busta bollicinata con un contenuto molto prezioso per me.

In realtà tutto era molto prezioso.

La busta portava il mio indirizzo scritto a mano e quella scritta mi ha emozionata. Era la prima volta che vedevo la scrittura di chi me l’aveva inviata e questo mi faceva sentire quella persona più vicina.

I semi al suo interno. Li stavo aspettando…sapevo che erano in viaggio. Semi di una pianta che mi piace molto, il cerro. Una quercia che raggiunge i 20 metri di altezza, con ghiande un po’ scapigliate e che per questo mi sono più simpatiche.

Quei semi li ho messi in vaso circondati da uno strato di terra ed ho evitato di bagnarli. Questo ha permesso loro di ricevere il freddo dell’inverno di cui hanno bisogno per germogliare ma non li ha fatti germogliare durante l’inverno con il rischio di morire per il gelo.

In primavera ho iniziato a bagnarli e ho atteso. Ogni giorno controllavo se si vedeva qualcosa e dopo un po’…sono nati.

Lo so. Tra 2 centimetri e 20 metri c’è di mezzo un po’ di spazio e tempo. Ed è bello che sia così. Queste piante mi accompagneranno per molto tempo e se avranno fortuna proseguiranno anche oltre me.

#BringBackOurGirls

Questa galleria contiene 133 immagini.

Originally posted on La vita è bella:
Ho già scritto qualcosa in passato sui terroristi macellai di Boko Haram (leggi questo post), e sulla loro folle e criminale consuetudine al rapimento delle donne, ma quanto è accaduto e sta accadendo in Nigeria merita attenzione. Merita attenzione, sdegno e partecipazione. Merita un attento ricordo e una rigida applicazione…