Uno strano silenzio

2

Finite le ultime festività, oggi c’è stato il rientro defintivo al lavoro, dopo alcuni giorni di breve ripresa la scorsa settimana. Adesso per un po’ basta ponti o simili…solo i buoni, vecchi, fine settimana.  Mentre guidavo lungo la strada di casa ha iniziato a calarmi dentro un profondo silenzio quasi a voler bilanciare la frenesia lavorativa. E’ un silenzio denso, quasi immobile, intenso. Il ritmo rallenta e le cose vengono fatte diversamente, senza correre. Piccole cose, semplici, le solite, ma con una qualità diversa. E questo strano e nuovo silenzio, che riconosco ma non comprendo, mi accompagna.

Annunci

2 thoughts on “Uno strano silenzio

  1. Ian Saiin ha detto:

    Il tragitto verso il lavoro, la mattina, ma soprattutto verso casa, la sera, isola di decompressione fra il caos e la tranquillità…
    E quella qualità diversa delle cose… la sfida, secondo me, è riuscirsene a ricordare sì oggi. Ma anche domani. E dopodomani. E avanti… 🙂

    • Nuzk ha detto:

      Ciao Ian,
      sarebbe bello ricordarsene non solo tutti i giorni, ma anche durante il lavoro che ne guadagnerebbe senz’altro in serenità e qualità, ma non sempre ci si riesce. Buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...